marted́ 17 novembre 2015

palazzochigi.jpgCASA, TRASPORTI, MARE E ALLEGATO INFRASTRUTTURE APPROVATO DAL CDM
Il Consiglio dei Ministri ha approvato il 13 novembre 2015 un decreto legge contenente misure urgenti per gli interventi sul territorio

Nello specifico il provvedimento approvato contiene dodici provvedimenti per un totale di 900 milioni di euro di investimenti.

Ecco dove il governo ha deciso di destinare i fondi:
· 50 milioni per Bagnoli pronti già a partire dal 2015 che il Governo mette a disposizione per le azioni di bonifica dell’area;
· 150 milioni per la Terra dei fuochi che si aggiungono ai 150 milioni per il 2016 e i 150 milioni per il 2017 già stanziati con la legge di Stabilità, per supportare la regione Campania che, con la supervisione di Anac, provvederà all’eliminazione definitiva della piaga delle eco-balle;
· 150 milioni per l’area Expo per finanziare il progetto del governo per il dopo Esposizione universale;
· 200 milioni per Roma e il Giubileo della Misericordia. Il finanziamento, per quanto riguarda la Capitale, interesserà l’accoglienza, il decoro, la mobilità, i trasporti e la sanità;
· 10 milioni per Reggio Calabria a sostegno dell’azione di risanamento di bilancio;
· 100 milioni per il servizio civile;
· 50 milioni di rifinanziamento del Fondo per le emergenze nazionali di protezione civile;
· 25 milioni per le graduatorie per quegli alloggi popolari che, per essere agibili, hanno bisogno di lavori di manutenzione;
· 100 milioni per finanziare gli impianti sportivi nelle periferie. In raccordo con Palazzo Chigi, il Coni provvederà agli interventi;
· 25 milioni per prolungare il tax credit per il cinema;
· 10 milioni per sostenere il piano governativo per l'export e la tutela del “Made in Italy”;
· 30 milioni per la continuità territoriale della Sardegna a favore dei collegamenti aerei dell’Isola con il continente.         

Su proposta del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, è stato inoltre approvato l’adeguamento della Prima Parte dell’Allegato Infrastrutture 2015 (Quadro generale della programmazione delle infrastrutture di trasporto) alle indicazioni relative alla Condizionalità Ex Ante dell’Obiettivo Tematico 7 “Trasporti e Infrastrutture” contenute nell'Accordo di Partenariato 2014-2020.

Tale adeguamento si è reso necessario sulla scorta dell’interlocuzione con la Commissione Europea propedeutica all'approvazione del PON Infrastrutture e Reti 2014-2020, per l'avvio della fase attuativa.

ALLEGATO INFRASTRUTTURE 2015

 
< Prec.   Pros. >